INNOVATION LAB #1: Agricoltura e inclusione, studio del modello Garibaldi

Le persone con autismo, anche con bisogno di supporto intensivo, hanno aree di abilità che possono essere valorizzate attraverso il lavoro, che inteso come partecipazione e affermazione dei propri valori e delle proprie preferenze, è uno strumento che facilita l’inclusione dell’individuo ed educa la comunità tutta ai temi della convivenza.

Le persone con autismo e le loro famiglie hanno il diritto di assumere un ruolo di governance nei processi di cura. Il “Progetto Individuale”, sancito dall’articolo 14 della Legge 328 del 2000, è lo strumento istituzionale che tutela questo ruolo e garantisce, se applicato, la predisposizione di un piano di cura comprensivo, che discuta e definisca l’organizzazione dei servizi e delle risorse umane ed economiche e l’attivazione di buone prassi cliniche.

La cooperativa sociale agricola può essere il luogo di sostegno e di inclusione per promuovere un nuovo modello di comunità, dove le persone con autismo anche severo possono contribuire attivamente ai processi produttivi attraverso i loro “Progetti Individuali”. Il progetto recentemente finanziato attraverso il POR FSE Lazio 2014-2020, vede coinvolti la Cooperativa Giuseppe Garibaldi, il Dipartimento di Psicologia dei Processi di Sviluppo e Socializzazione dell’Università Sapienza di Roma e l’Istituto Superiore di Sanità. Il piano di lavoro si propone, attraverso una sperimentazione di 12 mesi, di includere in attività produttive adulti con autismo anche grave, e di codificare, per una possibile generalizzazione, il processo di inclusione lavorativa e sociale attraverso la formalizzazione degli strumenti di valutazione e apprendimento.

L’INNOVATION LAB del MEMIS si propone di analizzare i due macro-aspetti che riguardano il progetto individuale: l’impatto sociale di un modello di intervento alternativo rispetto alle prassi consolidate nel sistema di welfare della Regione Lazio e l’evidenza di spesa pubblica rispetto a questa tematica. In sintesi attraverso il laboratorio si mira ad elaborare due variabili chiare: il peso dell’impatto sociale e il peso della spesa pubblica (e dell’eventuale risparmio applicando il “nuovo” modello).

Le attività principali del laboratorio avranno l’obiettivo di:

  • individuare le peculiarità del progetto individuale;
  • lo studio del modello di business della Cooperativa Garibaldi;
  • elaborare una stima della spesa pubblica (in particolare nelle ASL coinvolte nel progetto) rispetto a questo tema della regione Lazio.

Il progetto cercherà di rispondere alle seguenti domande di ricerca-azione:

  • Il modello Garibaldi è scalabile e replicabile?
  • Qual è la spesa media che la Regione Lazio (in particolare le ASL del progetto) sostiene nel modello di intervento standard? (ma soprattutto qual è il modello di intervento “standard”?)
  • Che impatto (sociale ed economico) ha il modello “garibaldi” rispetto alle soluzioni di welfare tradizionali?
  • È un modello adatto ad operazioni di impact finance?

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2016 Human Foundation Giving and Innovating Onlus