Network e Placement

Gli studenti avranno l’opportunità di effettuare uno stage curriculare (da attivare entro un anno dalla fine del MEMIS) che potrà durare tra 3 e 12 mesi, in una delle organizzazioni partner del Master, o in un’organizzazione di propria scelta. Lo stage curriculare è facoltativo.

Main partner

human_orizzontale-001-1

 

 

 

 

Human Foundation ha coordinato per l’Italia la Social Impact Investment Task Force del G8, che ha aggregato per due anni oltre 100 esperti del settore e ha prodotto un’analisi articolata dell’ecosistema dell’impact investing in Italia. Ha promosso e coordina Social Impact Agenda per l’Italia, il network italiano degli investimenti ad impatto sociale. Ha promosso e coordina Social Value Italia, hub italiano di Social Value International, rete nata per promuovere la misurazione dell’impatto sociale.

Sviluppa metodologie di misurazione dell’impatto sociale e co-progetta nuovi modelli di intervento sociale. Sostiene le competenze dei suoi stakeholder, co-progettando e realizzando percorsi formativi rivolti alle realtà del terzo settore e agli amanti della social innovation.

Partner istituzionali

 

 

 

 

inps

stemma

download (1)

 

 

 

 

 

 

 

Partner universitari

 

Printeurac_logo

mimap

 

 

 

 

Media Partner 

 

logo2wvita_logo

 

 

 

 

Con il supporto di

lagru

 

 

 

 La rete 

logo-isipm

imagesdownloadforumpontinoaps kpmg

 

 

 

marchetube

 

download

logo-mekane_trasp_micrologo_usscitasicurezza

MarchioGoel

 

 

 

 

 

LOGO CIES ONLUSdownload-1gondwana_logo-001

 

 

 

coder360_profilo_fb_rosso

t6

 

logo_completo_medium

alveare-logo

logo_romamakers100logo_ant

 

 

 

 

 

logo-quadro-colorato (1)rural-hub-logo2

smart_Italia_baseline_300dpi (1)

 

 

 

avanzi

 

 

 

 

proteinamillepiani_logocosv

 

 

 

 

LOGO ULIS ESECUTIVO

 

LOGO_2

it's logotipo

 

 

 

 

 

 

poliscooplogo_cnca_naz._quadratologo

 

 

 

 

 

Placement

coder360_profilo_fb_rosso

Il racconto del nostro studente

Descrivi brevemente l’organizzazione in cui stai svolgendo lo stage

La Cooperativa Ulis nasce per promuovere l’innovazione sociale. Tra le sue attività si occupa della riorganizzazione della Cooperativa Sociale Capodarco, per garantire innovazione nei servizi, inclusione sociale e lavorativa di soggetti deboli, sostenibilità economiche, e le attività di formazione del corso “Coder360”, che unisce, in un percorso di apprendimento informale, conoscenze digitali, management, valutazione degli impatti economici e sociali delle nuove piattaforme.

In cosa consiste il tuo progetto di stage?

Il mio progetto di stage comprende l’apprendimento delle competenze legate al corso Coder360, che unisce una formazione legata al mondo dell’informatica pura (coding, HTML5, JS, CSS3) all’economia e management di progetti legati alla social innovation. Nell’ultimo trimestre del corso sono previsti dei project work volti a migliorare le attività di importanti realtà del Terzo Settore.

Quali sono le competenze apprese nel MEMIS che maggiorante stai mettendo a frutto nel corso dello stage?

Il punto di partenza di Coder360 rispecchia esattamente gli insegnamenti appresi durante il master Memis: possiamo considerare questo stage come un placement perfetto per concludere l’apprendimento di concetti quali social innovation, project management e community building. Coder360 è una lente di ingrandimento, con un’ottica fortemente digitale, nella scoperta di come conciliare la parte di humanities e le nuove richieste lavorative del mercato tecnologico.

Lo stage è stato uno strumento utile per la tua carriera professionale?

Lo stage svolto all’interno in Coder360 risponde esattamente alle richieste del mercato lavorativo odierno: l’apprendimento di nuove skill digitali non sono volte alla formazione di un mero tecnico del settore ma, conciliando la parte di humanities, creano una figura professionale a 360 gradi. Nuove skill assolutamente indispensabile per chi volesse lavorare nelle realtà del Terzo settore portando innovazione e capacità di fare.

La-Semente-Logo-verticale-1Il racconto della nostra studentessa

Descrivi brevemente l’organizzazione in cui stai svolgendo lo stage

La Semente è una realtà che nasce dall’esigenza dei tanti genitori di ragazzi autistici che si sono interrogati sul futuro dei propri figli dopo la scuola dell’obbligo, organizzata in tre moduli: un centro diurno, che ha l’obiettivo primario di fornire abilità atte all’inserimento lavorativo di giovani autistici e adotta la strategia riabilitativa “TEACCH”, gestito da Angsa Umbria ONLUS; una fattoria sociale, gestita da una cooperativa sociale di tipo B; un distretto rurale di economia solidale.
In cosa consiste il tuo progetto di stage?
Obiettivo del mio progetto di stage è la valutazione d’impatto sociale del Centro Diurno “La Semente” gestito dall’Angsa Umbria Onlus.
Quali sono le competenze apprese nel MEMIS che maggiorante stai mettendo a frutto nel corso dello stage?
Sto effettuando un’analisi SROI mettendo in gioco le competenze acquisite grazie al modulo sull’impatto sociale ma anche del project management:  dare avvio e pianificare le varie fasi necessarie per la valutazione; analizzare e coinvolgere gli stakeholder, ecc… Competenze che sto affinando grazie al supporto di Human Foundation, che mi sta accompagnando in questo percorso di stage.

Lo stage è stato uno strumento utile per la tua carriera professionale?

Lo stage penso sia utile per la mia carriera professionale, in quanto sto acquisendo competenze spendibili nel mondo del terzo settore, in linea con ciò che richiede il legislatore nella nuova riforma del terzo settore, cioè dare attenzione alla sostanza dell’impatto sociale generato dalle imprese sociali. Inoltre sta risultando molto importante per la mia crescita personale: lavorare in un centro diurno per ragazzi con disturbo dello spettro autistico dà tanto e, vederli lavorare in autonomia dà speranza e aumenta la motivazione nel voler mettere in evidenza l’impatto che genera, per loro e chi vi sta intorno, una realtà come La semente; rendere conto del risultato ai vari stakeholder e perché no, spingere nel replicare la best practice.
Ho ancora 3 mesi di lavoro, quindi ancora molto da scoprire, mettere a frutto e, vedremo insieme il risultato di questa ricerca.

LOGO ULIS ESECUTIVO

Il racconto del nostro studente

Descrivi brevemente l’organizzazione in cui stai svolgendo lo stage

Il mio stage lo sto svolgendo presso ULIS, una società cooperativa che promuove l’innovazione sociale mettendo la persona al centro del proprio campo d’azione, promuovendo la partecipazione attiva e la condivisione tra tutti gli attori coinvolti.

In cosa consiste il tuo progetto di stage?

Con ULIS ho avuto la possibilità di lavorare su un progetto di riorganizzazione dei servizi della Cooperativa Capodarco, nello specifico nell’analisi della contrattualistica dei soci dipendenti e nella redditività dei servizi.

Quali sono le competenze apprese nel MEMIS che maggiorante stai mettendo a frutto nel corso dello stage?

Quello che maggiormente ho acquisito grazie al MEMIS è stato soprattutto l’approccio nuovo con cui si cerca di dare risposte a problemi della società e trovare soluzioni per organizzazioni e realtà che vivono in essa. Inoltre con il MEMIS ho iniziato a sperimentare il lavoro di squadra, con due elementi chiave che sono stati la condivisione e la collaborazione, grazie anche ai laboratori attuati durante la Summer School, tre giorni veramente istruttivi, sia sul piano accademico sia su quello relazionale.

Lo stage è stato uno strumento utile per la tua carriera professionale?

Come ogni momento di messa in pratica delle teorie e degli strumenti appresi, lo stage si sta rilevando molto utile per me, sia per la modalità di lavoro ma anche per iniziare a capire le dinamiche organizzative nel mondo del lavoro.

© 2016 Human Foundation Giving and Innovating Onlus